martedì 25 luglio 2017

Le case in cemento e la degenerazione cellulare - La denuncia in un libro ormai introvabile


Immagine correlata


Del suo tomo :” LE CASE MODERNE E LA SALUTE” una leggenda narra che fù lesto ritirato dal mercato e a tutt’oggi praticamente quasi impossibile è leggerne una copia. 

Contiene un segreto?


Egli vi descrive gli esperimenti effettuati utilizzando il campo elettrico naturale sulle cellule malate con esiti di ripolarizzazione dei tessuti e guarigione, raccomandava, per ottenere questo, l’ uso di una lastra di resina particolare, che strofinata su un poco di lana si polarizzava e agiva messa vicino alla zona da influenzare. Al libro originale, alla sua prima edizione, vi era abbinata anche la lastra.


Negli anni a seguire la sua invenzione fu perfezionata dal Dottor Orrico da Voghera, che mise a punto la “lastra Bior”, in definitiva anche qui una lastra in teflon che , sfregata con pura lana, acquisisce cariche negative che possono essere trasmesse , avvicinandola ad un essere vivente, e causarne, accidentaccio, la guarigione.



Il costo?

Il Dottor Orrico la lastra la regalava. 
Raccomandava solo di procurarsi da se la lana di pecora per trattare.

Si sprecano le testimonianze, anche in rete, di persone che hanno beneficiato della sua intuizione, di dottori che l’ hanno usata per i loro pazienti, di clamorose guarigioni.

Ora i due precursori di questo sistema sono passati a miglior vita, invero a tarda età , sicuramente dopo avere distribuito centinaia di lastre BIOR , il sistema non viene divulgato, la grande massa delle persone non ne può beneficiare. 



Ma perchè?

La ripolarizzazione cellulare è autoapplicabile, non ha alcuna controindicazione, il costo dello strumento è irrisorio, non occorre alcuna conoscenza scientifica eccezionale.

Le multinazionali del farmaco questo non lo possono accettare.
P.S. La lastra è semplicemente un pezzo di teflon da 1 – 1,5 mm che va sfregato con della lana e poi tenuto vicino alla parte da trattare.





Il libro LE CASE MODERNE E LA SALUTE sembra ora nuovamente disponibile (anche se fuori catalogo), ecco una breve descrizione:

Questa che presentiamo è la seconda edizione di un libro rivoluzionario che accusa senza mezzi termini le case in cui abitiamo, costruite in cemento armato e dalle quali è dunque escluso il campo elettrico naturale.

Ciò può essere all'origine di molte malattie degenerative che affliggono attualmente l'umanità civilizzata.

La teoria, sostenuta da rigorosi esperimenti scientifici e clinici, viene esposta in modo esauriente in questo volume, la cui lettura potrà essere utile a milioni di pazienti che non trovano una soluzione terapeutica adeguata alla loro malattia, oltre ad essere un testo onesto di approccio alla bioarchitettura.

INDICE:

- La cellula e le sue proprietà  più rilevanti.

- L'ambiente e la vita.

- Il travaglio della ricerca.

- La teoria.

- Gli altri malanni e disfunzioni organiche visti nella prospettiva della teoria; lo shock del futuro.

- Tecnica di applicazione del campo elettrostatico generato dalla piastra triboelettrica; 

- Glossario;

- Bibliografia.


Da più di 30 anni le sue ricerche sono cadute
nell’oblio, ma è finalmente arrivato il momento di
farle venire di nuovo alla luce, e rendere onore alle
intuizioni del ricercatore e alla sua onestà intellettuale.

L’ing. Audisio sapeva che tra Terra e atmosfera
esiste un campo elettrico naturale, normalmente
positivo (se riferito alla Terra), e che la sua potenza
è dell’ordine di parecchie centinaia di volt/metro.
Questo campo è una forza elettrica naturale che
produce effetti benefici sugli organismi viventi. 

Gli esperimenti da lui effettuati mostravano che il campo
elettrico produce, all’interno del corpo, una corrente
elettrica che eccita tutto l’organismo e il suo
sistema nervoso, attraversa tutte le cellule, stimola
il metabolismo e tutte le altre funzioni fisiologiche.

L’effetto del campo elettrico a livello cellulare
ha la proprietà di indurre una polarizzazione delle
cariche elettriche libere (elettroni) nelle cellule,
procurando così l’energia necessaria e sufficiente
affinché i processi metabolici possano essere di carattere
ossido-riduttivo, insieme alla proliferazione
cellulare di tipo cariocinetico (processo riproduttivo regolare della cellula che si auto-divide in 2 cellule identiche atte a formare un tessuto regolare
e senza difetti).

Senza l’ausilio delle azioni elettriche del campo,
il processo metabolico consuma la polarizzazione
fino all’esaurimento, per cui la cellula necessariamente
dà avvio ai processi metabolici di tipo fermentativo,
ai quali corrisponde una proliferazione
patologica (che in termini scientifici si definisce di
tipo amitotico), necessaria per riparare un danno
che la cellula avverte in relazione allo stato di depolarizzazione.


Questo è un processo analogo a
quello che avviene quando la cellula viene lesa in
seguito a un evento traumatico. 

Con questa attività straordinaria accelerata, la cellula provvede incessantemente a riparare il danno fino a produrre una
forma degenerativa e tumorale, a meno che non
sopravvenga l’azione di un campo elettrico.

La cellula polarizzata, invece, presenta sempre,
in relazione al grado di polarizzazione, un’attività
normale o rallentata, come succede negli animali
ibernanti che cadono in letargo nella stagione fredda,
nella quale si verifica il massimo valore annuo
del campo elettrico.

Al contrario, l’attività della cellula depolarizzata
è sempre frenetica, tesa a riparare un danno, una
ferita, una lesione. Non a caso le cellule depolarizzate
possono essere solo di tre tipi: quelle tumorali,
quelle che hanno subìto una lesione meccanica, o

quelle che sono state irradiate. (Continua su https://www.nuovaipsa.com/immagini/PDF/OLIVIERO_AUDISIO_estratto.pdf )




Fontehttp://www.cambioilmondo.it/cellula-segreta/

Gli 11 passi dello Sciamano per affrontare la vita con più saggezza

Risultati immagini per SCIAMANO CAPO DI TUVA



I CONSIGLI DELLO SCIAMANO CAPO DI TUVA (SIBERIA) KARA-OOLA-TIULUSHEVICH-DOPTCHUN-OOLA

- Se avete deciso di fare qualcosa, non dubitate di voi. 
La paura vi fa deviare dalla strada giusta, e questo è lo strumento principale per farsi male. Non perdete speranza se all'inizio non ci riuscite; ogni piccola vittoria avvicina quella grande.


- Ricordate sempre: non esiste una fede giusta, il clero giusto. Il Dio è unico; è come la cima di un monte, e le religioni diverse sono sentieri che ci portano. Pregate chi volete ma sappiate che il vostro scopo principale non è vivere senza il peccato ma raggiungere e conoscere Dio.


- Ricordate una cosa molto importante: ognuno riceve ciò che merita. Non fate entrare i problemi nell'Anima e nei pensieri, e allora il problema non raggiungerà il vostro corpo.


- La vita potrebbe mostrarvi la sua faccia ma anche un altro posto; però pochi capiscono che sono loro che la fanno girare. I vostri cattivi pensieri rivolti agli altri tornano da voi, e anche l'invidia. A cosa serve? Non serve invidiare gli altri. Sorridete di più, e avrete sorrisi dei passanti, dei vostri cari e della vita stessa.


- Non abbiate rancori. Tutto ciò che succede succede per il volere degli Spiriti. Tutto va per il meglio.


- Non si può raccogliere senza un rituale le pietre che assomigliano agli animali, altrimenti porterà male. Se avete trovato una pietra simile, chiedete il permesso di prenderla allo spirito-padrone della pietra e fategli un regalo. Poi, a terra, coprite la pietra con una stoffa bianca e così la potete prendere.


- Non buttate nulla nell'acqua. 
Lo spirito dell'acqua potrebbe offendersi. Per fargli piacere si può buttare solo qualche monetina, del latte e dei pezzetti di pane.


- Se vedete una piuma per terra, portatela a casa e mettetela in un vasetto: è una potente protezione donatavi dal Cielo. Sappiate notare tali segnali del Cielo.


- Se volete la stima degli altri, rispettate gli altri. Fate del bene in risposta al bene e alla cattiveria rispondete con l'indifferenza. Colui che vi ha fatto del male ne soffrirà di più perché aspettava la vostra reazione.


- Se vi sentite male, se qualcosa vi preoccupa, cominciate a fare dei movimenti lenti, come una danza. Così farete ritornare l'energia al suo posto e libererete la mente dalla sofferenza.


- Se sentite che una situazione non ha una soluzione, alzate in alto il braccio e abbassatelo bruscamente, dicendo "Ma vada a ...". Riflettete ancora una volta, forse cambierete il vostro atteggiamento.

lunedì 24 luglio 2017

Noi, civilizzati e infelici

Risultati immagini per gente città


Agli albori dell'umanità vivevamo ancora nelle foreste, tra feroci animali selvatici, piante velenose e piogge torrenziali, e così abbiamo deciso di costruirci le capanne utilizzando ciò che la Natura ci offriva gratuitamente e illimitatamente: il legno.

Nelle capanne la pioggia non ci faceva più paura e neppure l'assalto improvviso degli animali selvatici, annoiati allora abbiamo allargato sempre più quelle capanne, disboscando via via sempre più pezzi di foresta e riproducendosi con più frequenza.

L'infinita foresta perdeva via via la sua selvaggità, lasciando posto a grandi aree di pascolo dove abbiamo rinchiuso certi animali e dove abbiamo iniziato a dividere lo spazio sacro in recinti, da questo preciso momento iniziarono i guai sulla Terra.


Risultati immagini per recinti  case
Quei recinti si moltiplicarono sempre più e gli uomini iniziarono a farsi la guerra uccidendosi pur di avere un pezzetto in più di terra ed esclamare: "Tutto questo ora è mio!"

Iniziò la divisione degli animi umani e nacquero due classi sociali tutt'ora esistenti: i ricchi e i poveri.

L'odio umano crebbe ancora di più come sappiamo con l'avvento delle religioni monoteiste portando nei secoli a venire infinite guerre. Le grandi città furono l'altra causa del decadimento umano, perché una volta allontanato l'uomo dalla Natura che offriva il suo cibo gratuitamente, egli doveva ora lavorare gran parte del suo tempo per "mantenersi".

Le capanne oggi sono diventate case costosissime che non tutti si possono permettere, dove si è costretti a pagare le tasse anche una volta pagata la casa stessa...

Dicono che ci siamo civilizzati, "evoluti", ma io vedo solo un crescente odio tra la gente, vedo il cemento soffocare ogni giorno di più quel poco verde rimasto incontaminato, vedo vendere cibo che non nutre, ma che al contrario, grazie ai maghi neri della chimica industriale, sembra progettato appositamente per farci ammalare.

E vedo la gente apatica andare e venire di tutto corsa dai luoghi di lavoro, mentre non avanza tempo neppure più per i propri figli, ora istruiti dai cattivi messaggi della Tv che li vuole volgari, banali e superficiali.

E tutto questo accade ogni giorno sotto i nostri occhi insensibili da bravi cittadini civilizzati, abili nell'elaborare pensieri razionali, ma disabili ormai al linguaggio puro del cuore.





Civilizzati e infelici è il caso di dire.




Noi camminatori sotto un cielo dove non si vedono più le stelle a causa dello smog prodotto dal nostro bel progresso, eppure a molti questo insensato stile di vita pare bello e rassicurante, come il posto fisso e la garanzia sull'auto nuova.


Immagine correlata
Ma io non so perché, rimpiango nel mio cuore ere lontane, fatte di linguaggi poco elaborati ma comprensibili in ogni parte del mondo, di cieli stellati e di falò accesi al chiar di luna, di balli e di danze, di cibo genuino, di quella sottile unione tra uomo e Natura e animali, dove la vita viene vista nella sua maestosa interezza, lontana dai ritmi frettolosi moderni, lontana dalle ansie che graffiano la pace interiore e lontano da tutta questa gente che di umano ha solo il corpo, la grezza forma fisica e che si è volutamente dimenticata di essere parte di un infinito Universo.