mercoledì 28 ottobre 2015

La "reincarnazione" e la censura della Chiesa Cattolica


Articolo di Tragicomico: 


La parola “reincarnazione” per molti occidentali è ancora un tabù, un termine misterioso quasi proibito, inusuale e delle volte assume un significato deviato, quasi fosse una definizione appartenente al satanismo. La stessa Chiesa Cattolica ripudia con ogni forza (contrariamente all’aspetto pacato con il quale si presenta ai suoi fedeli) tutto ciò che riguarda la metempsicosi dei greci, i Concili insegnano molto su questa ‘violenza’ adottata.

Non è mia intenzione redigere un articolo sulla reincarnazione (lo farò in seguito), ma voglio focalizzare l’attenzione sul perché, la Chiesa Cattolica, abbia deciso di NASCONDERE ai propri fedeli ciò che riguarda la “trasmigrazione delle anime” così come la chiamavano un tempo.

Non c’è una ragione valida nell’annullare una legge universale fondamentale per l’evoluzione spirituale dell’uomo.
Ho detto annullare? Ah già, immagino che molti di voi non sappiano che la reincarnazione era presente nel Cristianesimo originale, infatti è trasmessa e professata da alcuni Illustrissimi padri della Chiesa (Origene, Clemente Alessandrino, S. Agostino, S. Girolamo e altri).

A scanso di equivoci, riporto alcune citazioni (ma sul web potete trovarne molte altre, in Chiesa molte meno):
“Dimmi, Signore, dimmi se la mia infanzia successe ad altra mia età morta prima di essa? E prima ancora di quella vita, o Dio, mia gioia, fui io forse in qualche luogo o in qualche corpo? “.
(S.Agostino “Confessioni”)



“L’anima non ha principio né fine. Ogni anima entra in questo mondo fortificata dalle vittorie oppure indebolita dai difetti della vita precedente. Il suo posto in questo mondo, quasi dimora destinata all’onore o al disonore, è determinato dai suoi precedenti meriti. 

Il suo operato in questo mondo determina il posto che essa avrà nel mondo successivo. 




Non è forse più conforme a ragione che ogni anima, per certe misteriose ragioni, venga introdotta in un corpo e ivi introdotta secondo i suoi meriti e le sue precedenti azioni? ”.


(Origene)



Ma la reincarnazione, in occidente, era una credenza molto diffusa anche nell’antichità, basterebbe citare autori celebri come Platone, Pitagora, Empedocle, Cicerone, Virgilio e tanti altri filosofi, storici, scienziati. Nella reincarnazione credevano anche gli Esseni e i Farisei, gli Ebrei rabbini fondatori della Cabala e tanti altri popoli. Quindi viene davvero difficile da capire il perché la Chiesa Cattolica abbia deciso di abrogare la credenza nella reincarnazione.





LA CENSURA RELIGIOSA



Avvenne tutto nel Concilio di Costantinopoli del 553, ove l’imperatore bizantino Giustiniano bandì gli insegnamenti di Origene dalla dottrina della Chiesa Cattolica Romana. 

Tutti i riferimenti furono cancellati dalle scritture e non solo, dopo questo Concilio venne affermato che le anime dopo la morte erano destinate ad andare in paradiso, in purgatorio o all’inferno.


A questo punto ritorna soave la questione, il nodo di questo discorso:Perché tutto questo accanimento?


Partiamo dal presupposto che una Chiesa che aveva deciso di affiancare Roma, non poteva più essere la chiesa dell’Amore e del messaggio di Cristo. Diventò (com’è tutt’ora) una Chiesa di potere, di ricchezza e di forza; prese il posto proprio dell’Impero Romano che decadde definitivamente nel 476.

E molta di questa ricchezza è stata acquisita proprio grazie al Concilio del 553, con la condanna per chi esprimeva un solo pensiero o idea verso la reincarnazione. In questo modo la Chiesa è riuscita a “vendere” nel modo migliore uno dei suoi prodotti: “l’assoluzione dei peccati”.

La Chiesa Cattolica infatti, dichiara di possedere il potere terreno per assolvere i peccati commessi dal battesimo in poi.
Quindi se un prete ti dà l’assoluzione vai in paradiso, altrimenti ricevi la dannazione eterna, l’inferno. Al giorno d’oggi, detta così, può sembrare anche comica come situazione (nonostante sia ancora il credo del cattolicesimo) ma pensate ai tempi passati, dove l’informazione era canalizzata proprio dalla Chiesa e il sapere era quello propinato sempre dalla Chiesa. 



La gente appariva come terrorizzata da questa prospettiva di fiamme e forconi, tant’è vero che lasciava alla Chiesa case, denaro e intere eredità pur di avere l’anima salva. E’ sempre stato così e lo è spesso anche oggi. Ecco com’è nata l’enorme ricchezza della Chiesa di Roma. Allo stesso modo potevano avere al loro servizio i migliori pittori, scultori e architetti. Tutto questo non sarebbe stato possibile con la reincarnazione.


Nelle religioni come l’Induismo, Buddismo e tante altre, non c’è il bisogno di servirsi delle Chiese e dei preti per avere l’anima salva. Ecco perché attraverso quel Concilio furono condannati gli insegnamenti cristiani di Origene, in quanto con le sue teorie, si offriva all’individuo la possibilità di salvarsi DA SOLO, vita dopo vita, reincarnazione dopo reincarnazione, questa è la vera giustizia di Dio.

Ma tutto ciò indeboliva il potere della Chiesa sui propri fedeli, ed ha preferito mantenere le gente per secoli nell’ignoranza e nella paura dell’Inferno.



La reincarnazione rende possibile il concetto di Giustizia

altrimenti perché uno nasce ricco o povero, sano o malato, fortunato o infelice, intelligente o ritardato? Noi non siamo vittime di un’esistenza a caso, ma siamo i co-creatori della nostra realtà! Tutto ha un significato, anche i dèja-vu, i sogni, la veggenza e tutto diventa logico. Ogni incontro, esperienza, ogni segno dell’Universo hanno un senso compiuto, e guidano la nostra anima verso il sentiero che ci ri-porta all’Uno, vita dopo vita!



Fonte: http://www.tragicomico.it/reincarnazione-teoria-pericolosa-per-chiesa-cattolica/

18 commenti:

  1. Se gentilmente potete citare la "vera" fonte, grazie. http://www.tragicomico.it/reincarnazione-teoria-pericolosa-per-chiesa-cattolica/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia è chiara e il discorso é estremamente logico, le fonti? Leggiti la storia della chiesa romana ma non quella scritta da loro..

      Elimina
    2. Intendevo dire la fonte dell'articolo, ossia l'originale ;-) !! L'ho scritto io mia cara "donna essere superiore" !!

      Elimina
  2. Tutto giusto ma in realtà il concetto di Purgatorio nasce solo nel tardo 1500 , mentre il concilio era di Nicea del 325 dc

    RispondiElimina
  3. Chiesa di merda ci ha frenato l'evoluzione, se andrà tutto a puttane e l'uomo non riuscirà a compiere il suo obbiettivo, è solo colpa della chiesa di merda

    RispondiElimina
  4. mai lette tante cazzate in un solo articolo. basta consultare i rotoli del mar morto per capire che non solo l'antico testamento c'è arrivato interamente intatto, ma che soprattutto non c'è alcun riferimento alla reincarnazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di morto semmai vi è la tua mente, al di là delle ulteriori cazzate da te aggiunte, oggigiorno nessuno è preso per il culo a meno che non lo voglia di sua volontà o per ignoranza.
      Ascolta BENE le diverse traduzioni (quelle vere, non quelle teologiche) effettuate da diversi esperti, poi Confermami una qualche esistenza di supremo onnipotente, onnisciente eterno e quant'altro, fermo restando che in quei rotoli di carta igienica, pardon, morti, non vengono menzionati terminologie metafisiche. È fermo restando che siano anch'essi arrivati integri, sicuro che nessuno prima li abbia manipolati e traditi, Ohpppsss, tradotti come meglio abbia creduto opportuno nel momento di adattamento sociale del tempo? Oppure ci vedi ANCORA l'ispirazione di jeavhé, l'ELOHA della tribù di Giacobbe? Poi misuriamo col CAZZATOMETRO chi ne ha detto di più.

      Elimina
    2. Di morto semmai vi è la tua mente, al di là delle ulteriori cazzate da te aggiunte, oggigiorno nessuno è preso per il culo a meno che non lo voglia di sua volontà o per ignoranza.
      Ascolta BENE le diverse traduzioni (quelle vere, non quelle teologiche) effettuate da diversi esperti, poi Confermami una qualche esistenza di supremo onnipotente, onnisciente eterno e quant'altro, fermo restando che in quei rotoli di carta igienica, pardon, morti, non vengono menzionati terminologie metafisiche. È fermo restando che siano anch'essi arrivati integri, sicuro che nessuno prima li abbia manipolati e traditi, Ohpppsss, tradotti come meglio abbia creduto opportuno nel momento di adattamento sociale del tempo? Oppure ci vedi ANCORA l'ispirazione di jeavhé, l'ELOHA della tribù di Giacobbe? Poi misuriamo col CAZZATOMETRO chi ne ha detto di più.

      Elimina
  5. Al di là di come erano le prime impostazioni di pensiero cristiano e di come poi si sono trasformate, di sicuro la chiesa cattolica non avrebbe mai raggiunto i suoi livelli di potere materiale nel corso della sua storia, se avesse fatto propria la teoria della reincarnazione, che esclude a priori l'intercessione di un clero.

    RispondiElimina
  6. Aggiungo che nel concilio di Giustiniano del 553, venne anche ideata la più grande e diabolica truffa perpetrata ai danni dei popoli, ossia la confessione. Attraverso tale esercizio con il pretesto di mondare i peccati e guadagnare il Paradiso, il potere ecclesiastico inizio' a controllare tutte le menti delle genti , ricevere informazioni e conseguentemente reprimere a proprio piacimento.

    RispondiElimina
  7. A me pare invece che l'uomo faccia di tutto xké ha paura e cerca scappatoie!!

    RispondiElimina
  8. Ma scusate si rinasce in continuazione? Io mi sono rotto le palle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai su, porta pazienza! ��

      Elimina
  9. Una VERITA' sulla chiesa cattolica: Un gigantesco impero finanziario ed economico camuffato da chiesa di Dio, che attinge i suoi capitali da quell'enorme numero di eresie e superstizioni, che costituiscono la chiesa cattolica romana, ma su Origine di Alessandria, e meglio non prenderlo ad esempio, uno che si AUTOCASTRA in nome di Dio, non è certo che rispecchia gli insegnamenti di YAHWSHWA,e non parliamo del MASSACRO dei NATSARIM, e,...tante atrocità.
    Per quanto riguarda la REINCARNAZIONE, non ci sono insegnamenti da parte del Messia al riguardo, a parte qualche episodio dove si parlava di Giovanni Battista, e di Elia,.....Mi sorge una domanda; ma i primi UMANI che so "Adamo ed Eva", di chi erano reincarnazione? E se un reincarnato, non ha coscienza, di quello che è stato prima, come può correggere i propri errori?

    RispondiElimina
  10. Domanda: se esiste la reincarnazione, l'origine del tutto quale sarebbe? E la fine quale sarebbe?

    RispondiElimina
  11. Secondo me Non esiste inizio e non esiste fine. La terra rappresenta la dualità quindi qui abbiamo illusioni di concetti come inizio, fine, giusto, sbagliato, amore odio. Ma Dio, l'anima, l'universo è infinito eterno e puro amore. Come dice una canzone di battisti (testamento) non siamo mai morti e non siamo mai nati. La morte non esiste. Lasciamo il corpo fisico per continuare la nostra evoluzione, non chiedermi cosa succede una volta raggiunta perché appunto mi trovo ancora qui sulla terra ad imparare, quindi ovviamente non lo so.

    RispondiElimina
  12. Scusate, col correttore automatico non ho notato l'errore. Intendevo battiato, non battisti.

    RispondiElimina